Attenzione Attenzione Attenzione

Carissimi lettori abituali da oggi questo blog non verrà più aggiornato perchè ci siamo spostati su www.mypoblog.com, troverete tutti i contenuti già visti e tante novità. Per non perdervi niente vi basterà iscrivervi ai lettori fissi e continuare a seguirmi con l’affetto e la costanza che da sempre vi ha contraddistinti.

My Po Blog cresce e ha ancora più bisogno di voi.

Vi aspetto nella nostra nuova casetta

A prestissimo

Po

Annunci

Blog Tour: “Un caffè con l’autore: Severino Cirillo”

Oggi per la prima volta My Po Blog ospita un’intervista all’interno di una bellissima iniziativa organizzata dagli amici di LibriamociBlog.

Questa è la terza tappa. Le prime due sono state:

  1. Manumomelibri
  2. Lettrice Per Passione Blog

Ora diamo il benvenuto a Severino Cirillo autore di Marea dentro, in self publishing.

Chi è Severino Cirillo?

 Un pezzo di universo dedito alla liberazione delle anime.

Dove e perché nasce l’esigenza di scrivere, in particolare Marea dentro?

Le storie si scrivono da sole, non lo so se è proprio un’esigenza: ci sono delle storie lì e qualcuno le deve raccontare. Ogni tanto quel qualcuno sono io, ogni tanto sono altri (fortunatamente). Marea Dentro è un trip nell’ossessione, un piccolo sguardo al di là di dove ci spingeremmo normalmente. Ma dove ogni tanto alcuni di noi si perdono senza nemmeno accorgersene.

Come mai decidi di autopubblicarti con Amazon dopo l’esperienza con Bertoni?

Avere un editore ha molti vantaggi, specie con uno bravo come Jean Lui Bertoni, ma anche alcune limitazioni in termini di tempistiche e scelte editoriali. Volevo offrire qualcosa ai miei lettori senza farli aspettare un altro anno e volevo averne il totale controllo. Per adesso la scelta sta andando bene, ma probabilmente uno dei due prossimi libri lo avrà ancora in mano Bertoni.

Quanto c’è di te in questo romanzo?

Fin troppo, e quasi niente. Ma in quel quasi niente, fin troppo.

È il “diario” di un uomo che cerca la sua occasione dopo aver perso la persona più importante e che più ha amato. Hai mai amato e mai sofferto come il tuo protagonista?

Ho amato e sofferto quanto il protagonista e oltre, ma nelle mie scelte sono stato un po’ più fortunato. Non tutti hanno la fortuna che ho avuto io e vorrei che con questo libro magari uscissero da un loop ossessivo, che ci rovina la vita.

Hope in inglese significa speranza, il tuo personaggio però non ne ha poi così molta. È una scelta voluta oppure pura casualitá?

Hope mostra delle cose al protagonista, che poi può decidere se usare o no. Hope è sempre lì, a nostra portata e a nostra disposizione. C’è chi la segue o chi… beh lo sai.

Descrivi questo tuo romanzo con tre aggettivi

Estremo, dolce e violento.

Prossimi progetti?

Sto lavorando a tre libri, di cui uno in collaborazione con una donna importante dell’editoria, ma siamo ancora troppo in fase embrionale per poterne parlare. L’idea è fare un bel salto, e sono sicuro che ce la faremo. Di sicuro parlerà della morte, una delle nostre più grandi alleate per vivere bene il tempo che ci è concesso.

 

Ringraziamo l’autore per essere stato con noi. Domani ultima tappa del tour da Libriamoci con la recensione di questo splendido romanzo. Per saperne di più rimanete collegati e non perdetevi nessuna tappa e nessuna stories. Vi lascio qui il link per l’acquisto.  

Buona giornata!

 

 

 

 

Sei libri per Sei mesi

Il 2018 è ormai al giro di boa e mi è sembrato giusto mostrarvi quali sono stati fino ad oggi i migliori sei libri che ho letto.

Posizione numero sei:  “Wonder” di R.J. Palacio edito in Italia da Giunti: un libro sulle differenze, sulle diversità, sulla resilienza dei bambini e la forza di affrontare sempre la vita con un sorriso.

Posizione numero cinque: “Reincarnation Blues” di Michael Poore edito da E/O edizioni: un romanzo molto diverte e ironico su un’anima che non si decide a smettere di reincarnarsi e sull’amore che può superare qualsiasi cosa…perfino le leggi dell’universo!

Posizione numero quattro: “Bianca di polvere” di M. McLaw edito da Ianieri Edizioni una tematica forte come la droga è complicata da affrontare in un romanzo: si rischia di risultare pesanti o di banalizzare. Questo testo invece è vero, è sentito ed è un pugno nello stomaco che rimette in prospettiva tante cose, sopratutto se si sta per cadere in un barato.

Posizione numero tre: “L’isola dei fiori di cappero” di Vito Faenza edito da Edizioni Spartaco è un libro con un bel messaggio, ben scritto, ricco di spunti di riflessioni adatto a qualsiasi età. Uno stile fiabesco che nasconde, purtroppo, un triste specchio di alcune realtà.

Posizione numero due: “Due sirene in un bicchiere” di Federica Brunini edito da Feltrinelli è uno di quei romanzi che fanno bene al cuore. Sembra di leggere un romanzo come tanti altri e in realtà c’è dietro una visione della vita in cui le cose brutte succedono, si affrontano, a volte si superano altre no, ma ci si può convivere. L’importante però è non rinunciare ai propri sentimenti e alla felicità.

Posizione numero uno:“Non sarò mai la brava moglie di nessuno” di Nadia Busato al primo posto senza ombra di dubbio va quest’opera edita da SEM. Un racconto intimo, struggente che prende il cuore. La fine di una vita è sempre un evento tragico, ma Busato riesce a mostrare le mille sfumature di un evento simile e come queste si ripercuotano sulle vite altrui, anche quelle degli sconosciuti.

Alcuni libri mi sono stati omaggiati, altri li ho acquistati e molti altri mi sono piaciuti da gennaio ad oggi. Questi sono quelli che mi sono entrati dentro, sono i libri che mi hanno fatto mancare il fiato e che, una volta conclusi, mi hanno lasciata un po’ sola.

Trovate i link d’affiliazione per l’acquisto nelle recensioni singole : vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più!

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.

Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

“Queen – La regina indomabile” di Meghan March

Il secondo capitolo della trilogia erotica dell’anno, Queen – La regina indomabile di Meghan March edito in Italia da SEM, Società Editrice Milanese si apre dove si chiude King: un ritorno in aspettato e Keira che inizia a capire che qualcosa in lei sta cambiando.

Ringrazio la casa editrice per l’omaggio.

Io sono la sua distrazione. Il mio corpo è il suo giocattolo. Ho dovuto cedere, non avevo scelta.
Lo odio, mi dico, ma ogni volta che entra da quella porta sento un brivido.
Come posso desiderarlo e detestarlo allo stesso tempo?
Mi sta facendo impazzire.
Non dovevo finire in questo gorgo, dovevo immaginare che Lachlan Mount è un maschio senza regole. Ma non ho nessuna intenzione di arrendermi, non voglio che veda le mie debolezze.
Pagherò il mio debito e manterrò intatto il mio cuore.

Il romanzo inizia a tingersi di rosa con i due protagonisti che devono cominciare a fare i conti con i loro sentimenti: Keira deve accettare di essere più forte del previsto  e che con Mount si sente al sicuro, protetta e desiderata; Mount del resto dovrà capire che la conquista non sempre è una guerra ma spesso è corteggiamento, dare importanza, mostrare chi si è veramente. Keira passa da essere una semplice vittima degli eventi ad una donna che non si arrende: lotta per la sua indipendenza e grazie a Mount si conosce di più. Il suo corpo desidera l’uomo che la sua mente definisce come carnefice. Lachlan è un uomo complicato che si reputa un’anima nera come la pece e che dovrà ricredersi iniziando a guardarsi con gli occhi di Keira, provando sentimenti, emozioni ed esperienze che si è negato per una vita intera.

Queen si rivela anche un ottimo palcoscenico per due personaggi secondari a cui l’autrice ha dedicato opere a sé: Temperance, assistente di Keira, e Lucas Titan, colui che da il consiglio non richiesto a Mount che sbloccherà il rapporto con la donna. Chissà se la casa editrice ha acquisito già i diritti per tradurre e pubblicare in Italia anche questi.

La traduzione, come nel volume precedente, è ottima: resta presente una forte impronta dell’autrice e della lingua inglese che non viene addolcita con la traduzione appunto da termini più leggeri. Il narratore è sempre esterno alla storia con dei cambi di “prospettiva“: questo secondo volume si presenta come più cinematografico rispetto al primo e questi cambi tengono alta l’attenzione del lettore.

È un romanzo erotico, non propriamente il mio genere, ma vi possono assicurare che tende più al noir e al rosa in alcuni momenti. In questo secondo capitolo infatti vi è, a mio avviso, molta più trama che scene prettamente sessuali dimostrando come anche chi ama questo genere cerchi qualità e credibilità.

Consigliato a chi vuole ricredersi, a chi ama i personaggi ben caratterizzati e una buona trama.

Vi lascio qui il link al WRAP UP di giugno dove parlo anche di questo romanzo: un motivo in più per seguirmi anche su Instagram TV.

Trovate come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del romanzo è di €14 : vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più!

IBS

Amazon

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.

Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

“L’isola dei fiori di cappero” di Vito Faenza

L’isola dei fiori di cappero di Vito Faenza edito da Edizioni Spartaco, che ringrazio per l’omaggio, è un inno alla forza di non smettere di lottare e di credere che le cose si possono cambiare con tenacia ed intelligenza.

Ha solo tredici anni, Anna, quando viene notata dal figlio del Boss. Attratta dalle automobili di grossa cilindrata, dai regali che riceve e dal rispetto che lui incute, la ragazza accetta le sue attenzioni. Questo errore, dettato dalla vanità, si trasforma ben presto in una pesante catena che solo la passione profonda di uno studente di Giurisprudenza, poi magistrato, riuscirà a spezzare. Una notizia di cronaca nera offre lo spunto per una travolgente storia d’amore raccontata da un attento osservatore di malavita organizzata. La trama, liberamente ispirata a vicende reali, finisce per diventare uno spaccato di quanto spesso avviene in certe zone del Sud e a volte anche nel resto d’Italia. Politici corrotti, la camorra che s’insinua nelle stanze del potere, guerre tra clan, attentati e raid omicidi, la paura che come una fitta cappa grigia soffoca la flebile voce di chi non ha la forza di ribellarsi. E poi la legge, che fatica a mettere ordine e che talvolta è costretta a calcare la mano per ottenere una giustizia parziale. Nessun eroe. Nessun vincitore. Solo una lotta per sopravvivere all’altro.

In paesino immaginario della Campania incontriamo Anna: ha solo tredici anni quando subisce il fascino del potere e delle ricchezze, ben presto però si renderà conto che far parte della vita del figlio del Boss porta con sé un prezzo molto alto da pagare. Crescendo cambiano anche i sentimenti e quello di cui si ha bisogno: Anna incontra così Giovanni, uno studente di Giurisprudenza, che le farà conoscere l’amore tenero e senza interessi o pressioni esterne. Non potrà durare però: Giovanni sarà costretto a trasferirsi al Nord e Anna sarà abbandonata al suo destino fino a quando riuscirà, lottando, a ottenere la sua felicità.

Vito Faenza ha uno stile fiabesco, come ne Il Terrorista e il Professore e senza eccessi o grandi colpi di scena mostra le conseguenze che si possono subire quando si prendono strade sbagliate e che non è mai troppo tardi per lottare per la propria felicità.

Un romanzo breve, poco più di cento pagine, adattissimo ai più giovani: essendo molto breve si presa a chi non è un grande lettore e che si stufa a leggere i “mattoni”, allo stesso tempo però non si rinuncia alla qualità di un libro ben scritto e strutturato.

La storia di Anna è verosimile: in un territorio ancora così sottoposto al volere e al controllo della Camorra è normale che una ragazzina si pieghi per far sì che la sua famiglia non subisca alcun tipo di ripercussione. Anna è l’eroina di se stessa: non ha bisogno di essere salvata, perchè con intelligenza e scaltrezza si salva da sola. È lei che riesce ad ottenere il rispetto e la considerazione del Boss e sfrutta questo suo vantaggio per ottenere pian piano pieno controllo della sua vita e di quella del figlio che nascerà. Crescendo riesce sempre a essere al di fuori della famiglia tanto che non subirà alcun tipo di violenza né dal marito né dai suoi nemici. Sarà una donna rispettata ma mai temuta.

È un romanzo che si legge in batter d’occhio ma colpisce, stordisce e fa sognare: è la storia di una donna che facendo affidamento solo sulle sue forze si prende la vita che ha sempre sognato, voluto e saputo di meritarsi.

Vi lascio qui il link al WRAP UP di giugno dove parlo anche di questo romanzo: un motivo in più per seguirmi anche su Instagram TV.

Trovate come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del romanzo è di €10 : vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più!

IBS

Amazon

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.

Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

 

“L’eco del peccato” di Valerio Marra

Il vice questore aggiunto Lorenzo Festa torna nel nuovo romanzo di Valerio Marra edito da AlterEgo che ringrazio per l’omaggio.

Frascati, 4 marzo.
È la fredda sera di martedì grasso quando Stefano Genovese, giovane assicuratore che gioca in una squadra di calcio locale, perde la vita in un incidente stradale.
Lorenzo Festa, vice questore aggiunto appena assegnato al commissariato di via Sciadonna, sospetta che non si sia trattato di una sfortunata casualità, e dà l’avvio a un’inchiesta che coinvolgerà anche i suoi più fidati collaboratori. Le indagini, tra interrogatori e indizi misteriosi, si faranno strada tra i segreti del mondo dell’arte e dello sport, intrecciandosi con i misteri più intriganti e oscuri della tradizione popolare.
L’eco del peccato è un giallo dall’intreccio avvincente e ben orchestrato, un poliziesco dai sentimenti umani, in grado, allo stesso tempo, di regalare emozioni e di strappare un sorriso.

Un buon giallo per questa estate: capitoli brevi, linguaggio semplice, un’indagine abbastanza lineare. Tutto questo rende il romanzo di Marra un buon giallo da ombrellone. Carino, ben studiato ma a volte la vita privata dei personaggi lo trasforma in un percorso nell’inconscio del commissario Festa,  dell’agente Russo, l’assistente Giorgi, il sostituto commissario Moretti e il “pivello” Conti. Credo che raccontare la natura umana sia sempre necessario per dare forma ai personaggi, ma attenzione quando questa supera la trama originaria come in alcuni passaggi avviene in questo caso.

Il giallo è ambientato nel mezzogiorno italiano, Frascati, che dona quell’alone di mistero in più. Buona l’idea di spostare i sospetti sui vari personaggi cercando di fuorviare il lettore.

La trama delle indagini è ben orchestrata e studiata.

Uno stile che se applicato alle indagini risulta molto scorrevole, ma che nei punti più intimi andrebbe un pochino colorato per non cadere nella monotonia e non perdere il ritmo costante e adrenalinico che rende i gialli belli da divorare.

Mi è piaciuto che all’interno del romanzo si trovino dei termini dialettali, in particolar modo napoletani, che rendono molto vero e più credibile l’ambiente del commissariato, mostrando così le varie provenienze e le diversità che arricchiscono. 

“La vita, però, è il trionfo dell’improbabile e il miracolo dell’imprevisto: e questo il poliziotto lo aveva imparato sulla propria pelle.”

Consigliato per l’estate: è una buona lettura perchè comunque si vede che c’è uno studio dei personaggi, della trama e una buona cura degli aspetti stilistici e lessicali, ma attenti perchè se vi aspettate un’indagine con colpi di scena, inseguimenti da mozzare il fiato non è questo il libro adatto a voi.

Trovate come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del libro è di €13: vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più!

Amazon

IBS

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.

Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

“La dama di Barcellona” di Daniel Sánchez Pardos

Il nuovo romanzo di Daniel Sánchez Pardos edito da Corbaccio si intitola La dama di Barcellona e ringrazio la casa editrice per avermi omaggiata del formato elettronico di questo romanzo.

1854, Barcellona. Una città soffocata dalla paura e da un’incombente epidemia di colera è il palcoscenico di una serie di morti misteriose. Quando il cadavere di una fanciulla viene ritrovato in fondo al pozzo di un monastero, da tempo immemore al centro di oscure leggende, il terrore non può che fomentare l’immaginazione popolare. Octavio Reigosa, ispettore del Corpo di vigilanza, sarà chiamato a indagare sui crimini che sconvolgono la città e sugli assurdi miracoli che l’anziano vescovo Riera si ostina a leggere come altrettanti segni dei tempi. Non solo: cosa si nasconde dietro l’estrema segretezza della clinica psichiatrica Neothermas, diretta dal dottor Carrera? A dipanare questo folle intrico di sacro e profano interverrà Andreu Palafox, giovane chirurgo con un passato torbido, affiancato dalla conturbante scrittrice Teresa Urbach e dalla sua ingegnosa e giovane governante. Ma, soprattutto, Palafox ha un dono, o forse una maledizione: «abitare il tempo sacro»…

La topografia di Barcellona, prigioniera delle sue stesse mura mostra il percorso di studi dell’autore che è laureato in Filologia spagnola, ma mostra anche un’approfondita conoscenza della storia di questa città. I suoi personaggi diventano dei compagni di lettura, reali, quasi tangibili e vivi grazie ai loro difetti ben mostrati che li rendono umani.

La trama è un ottimo connubio di giallo e di romanzo storico che si alternano dando vita a una danza tra la potenza e la miserabilità non solo degli uomini, ma anche della città stessa. È netta la distinzione di chi è economicamente agiato e chi si arrangia come può e riesce per sopravvivere. 
Lo stile dell’autore non appesantisce una trama già così ricca, ma riesce a renderla piacevole e scorrevole credo anche grazie alla buona traduzione. Aiuta la lettura il narratore esterno onnisciente che guida il lettore piano piano, passo passo alla fine delle indagini

E al centro di tutto, un uomo unto dal dono unico di abitare nel tempo sacro.

La città catalana si ritrova in balia di un’imminente epidemia di colera, di scioperi violenti contro l’evoluzione e l’introduzione delle macchine, nell’industria tessile, e focolaio di balordi e assassini oltre che a un divario sociale sempre più netto e deciso.
La trama prende il via dal ritrovamento, in un pozzo, di un cadavere di donna, segno molto negativo per il clero cattolico che vi legge la fine imminente della città, coinvolgendo così l’ispettore Octavio Reigosa, uomo molto intelligente e astuto che decide di farsi aiutare dal misterioso medico legale, Andreu Palafox, dal passato complicato non molto chiaro.

Un buon romanzo per chi ama sia il genere storico che quello giallo. Non essendo una grande lettrice di romanzi storici in alcuni punti l’ho trovato un pochino pesante, ma credo sia per lo più dovuto a una mia soggettiva difficoltà. Per quel che riguarda trama, stile, costruzione nulla da segnalare di negativo. Ripeto che è una buona lettura per quest’estate.

Trovate come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del romanzo è di €18,60 : vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più!

IBS

Amazon

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.

Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

“La vita fino a te” di Matteo Bussola

La vita fino a te è il nuovo romanzo di Matteo Bussola edito da Einaudi che ringrazio.

Matteo Bussola riconosce ciò che di straordinario si annida nelle cose ordinarie perché le guarda come se accadessero per la prima volta, come se sentisse sempre la vita pulsare in ogni cellula. Ed è con quello sguardo che racconta di relazioni sentimentali, l’istante in cui nascono, il tempo che abitano. Lo fa mettendosi a nudo, ricordando gli amori passati, per ripercorrere la strada che lo ha portato fino a qui, alla sua esistenza con Paola e le loro tre figlie. Soprattutto, lo fa specchiandosi nelle storie di ciascuno: quelle che incontra su un treno, o mentre sbircia dal finestrino della macchina, o seduto in un bar la mattina presto. Quelle che incontra stando nel mondo senza mai dare il mondo per scontato, e che la sua voce intima e familiare ci restituisce facendoci sentire che sta parlando esattamente di noi.

Il romanzo sembrerebbe molto autobiografico e presenta un narratore interno: il protagonista che ripercorre i suoi amori, i colori di questi cercando di dare una risposta a “Che cos’è l’amore?”.

“Ma anche il cuore ha un cuore?”

Attraverso gli occhi di chi incontra nella sua vita, delle sensazioni che gli suscitano, del dolore che ha provato il disegnatore ripercorre le tappe che lo hanno portato a Paola e alle sue tre figlie, coloro che per lui rappresentano l’amore maturo, quello che ha capito che per non finire ha bisogno di trovarsi a metà, nel compromesso.

“Essere anime cugine, anche di secondo o terzo grado, per me è molto meglio. Perfino anime sconosciute. Perché l’amore non è essere fatti l’uno per l’altra, non se con questo si intende essere uguali, oppure avere tante cose in comune. A volte fatti l’uno per l’altra può significare essere così diversi che neanche in mille vite. L’amore si nutre sempre di differenze, anche piccole, anche di coloro che sono convinti di somigliarsi tantissimo”

Il romanzo diventa un saggio sull’amore senza che il lettore se ne renda conto: vengono indagati i vari passaggi che portano alla consapevolezza di un amore reale. Un saggio sull’amore vero non quello dei film. L’amore che ha bisogno di devozione, che ha bisogno di sacrifici, di comprensione e di libertà. L’amore basato sul rispetto reciproco e sulla voglia di cambiare insieme.

Bussola con una dolcezza disarmante e dialoghi veri parla del sentimento più bello e oscuro di tutti. Uno stile diretto ma allo stesso tempo dolce che gioca con le sfumature delle parole per rendere ancora di più l’idea della bellezza dei sentimenti, degli incontri nelle stazioni che nascondono grandi lezioni di vita.

Trovate come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del libro è di €17 : vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più!

Amazon

IBS

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.

Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

“Tre donne – Una storia d’amore e disamore” di Dacia Maraini

Tre donne – Una storia d’amore e disamore di Dacia Maraini edito da Rizzoli che ringrazio è la storia di tre donne, di tre generazioni che in modo diverso cercano tutte l’amore.

Ogni donna è una voce, uno sguardo, una sensibilità unica e irripetibile. Lo sono anche Gesuina, Maria e Lori, una nonna, una madre e una figlia forzate dalle circostanze a convivere in una casa stregata dall’assenza prolungata di un uomo. Tanto Gesuina, più di sessant’anni e un’instancabile curiosità per il gioco dell’amore, è aperta e in ascolto del mondo, quanto Maria, sua figlia, vorrebbe fuggire la realtà, gli occhi persi tra le carte di traduttrice e i sentimenti rarefatti rivolti a un altrove lontano. Il ponte tra questi due universi paralleli è Lori, sedici anni fatti di confusione e rivolta, che del cuore conosce solo il ritmo istintivo dell’adolescenza. Ma il fragile equilibrio che regola la quotidianità di queste tre generazioni è destinato a incrinarsi quando un uomo irrompe nelle loro vite, e ristabilirne uno nuovo significherà abbandonarsi alla forma più pura di passione, quella per la libertà. Tre donne illumina i percorsi nascosti e gli equilibri impossibili del desiderio, li fotografa con un taglio inedito che ne coglie le delicate sfumature in tutte le età della vita.

Una casa, tre donne, tre idee dell’amore opposte: Gesuina, la nonna, lo cerca nei baci di un panettiere, Maria scrive interminabili lettere al suo amato Francoise e Lori è disillusa, a tratti arresa all’idea che l’amore non esista. Una casa dove la nonna cucina, Maria traduce e si occupa di gran parte della casa e Lori è una diciassette che vive la sua età a bordo di un motorino. Tutte e tre però scrivono: Gesuina registra i suoi pensieri, Maria scrive lettere d’amore e Lori il suo diario. Poco prima delle festività natalizie arriva in Italia Francoise, bell’uomo francese e apparentemente folle di Maria, che scombina gli equilibri già precari della casa.

 «Dovrei difendere con più forza la libertà dell’amore che non conosce età, che si fa sudare, fiato, respiro, eccitazione, tutto per via del piacere del gioco amoroso.»

Un dialogo a tre voci che si alternano nella narrazione e che spiegano al lettore la loro idea di vita, d’amore. Tre donne forti, vere e allo stesso tempo fragili che si mettono a nudo davanti al lettore.

Un romanzo ricco di realtà che non mi ha propriamente convinta per il finale e per Lori: sarebbe dovuta essere lei l’eterna innamorata e non Maria. Questo scambio di ruoli mi ha un attimo lasciata perplessa per quella che dovrebbe essere la credibilità della trama. Un linguaggio ricco, un racconto intimo che mette in luce i lati più oscuri dei personaggi.

Una buona lettura per questa estate e per chi come me adora i racconti di donne vere e non principesse da salvare.

Tre donne – Una storia d’amore e disamore di Dacia Maraini edito da Rizzoli è un dialogo a tre voci femminili che raccontano l’amore e il bisogno di esso.

Trovate come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del libro è di €18 : vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più!

Amazon

IBS

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.

Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

“Book Blogger” di Giulia Ciarapica

Book Blogger di Giulia Ciarapica edito da Franco Cesati Editore è il primo saggio che prova a dare linee guida a chi parla di libri sui social.

Chi è il book blogger e cosa fa? Cosa significa oggi fare critica letteraria 2.0? Il libro di Giulia Ciarapica propone un percorso attraverso i diversi modi di raccontare i libri in Rete: dal blog ai social network e YouTube, tutti gli strumenti sono utili per parlare di letteratura e per farlo in modo originale, fresco, ironico e creativo. Senza dimenticare però che dietro ogni blogger c’è prima di tutto un lettore, che ogni giorno si informa, confronta testi e cerca di trasmettere la propria passione al pubblico (piccolo o grande che sia) con un linguaggio chiaro e semplice. Partendo dai ferri del mestiere e dalla scelta dei testi, passando per le fasi della recensione e i relativi stili, senza lesinare consigli pratici e di lettura, Book blogger ci conduce alla scoperta di un mondo in grande fermento, provando anche a tracciare una mappa per orientarcisi: dai primissimi portali e lit-blog italiani alle ultime tendenze sui social, per arrivare ai siti contemporanei più attivi e seguiti e al fenomeno degli youtuber.

Le statistiche, gli studi e l’idea comunemente diffusa è che ci troviamo in un momento storico in cui non si legge più, i libri sono superati insomma. Allo stesso tempo però Giulia Ciarapica sente l’esigenza di mettere ordine in un mondo di caos dando qualche linea guida, qualche regola a chi si approccia al mondo web parlando proprio di letture e la prima domanda che mi sono posta è “Perchè?”.

Leggendo il libro traspare l’amore dell’autrice per la scrittura e la lettura e pone quelle basi che chi ama leggere da sempre ben conosce, ma utili per chi non è abituato ad affrontare la lettura in senso critico: dai grandi inglesi come Austen e Wilde passando per Montale e i classici greci e latini. I siti su cui fare ricerche come Treccani e affini. Questa è la mappa per il web poi arriva quella per l’opera: quale scegliere, come recensirla e come veicolarla ai followers. La stesura della recensione seconda alla lettura per far sì che vengano passati dei messaggi che possano convincere qualcuno a leggere e apprezzare l’opera di cui si parla.

Giulia Ciarapica è una delle rare persone vere sul web, secondo me, e questo traspare nella sua opera in cui mette in mostra luci e ombre del mondo virtuale che legge e che detta, o meglio scritta così sembra un ossimoro: si parla spesso del degrado del web e quasi mai della parte che ha qualcosa da dire, che mostra opere di grande qualità, poco si parla di chi fa cultura insomma. Sarà perchè si pensa che la cultura non paga? Questo libro smentisce questa idea e per quanto sembri solo per gli addetti ai lavori in realtà io l’ho trovato adatto a chiunque perchè riesce a dare gli elementi basilari per diventare un lettore vorace e critico. È una mappa per chiunque voglia leggere di più, per chi vuole parlare di libri con senso. Nel 2018 forse alcuni meccanismi di cui parla Giulia sono ormai già superati all’interno delle dinamiche dei social che crescono più velocemente di quanto si pensi, ma la sezione dedicata interamente alle letture e ai siti o blog da seguire per avere sempre ottimi suggerimenti di lettura sono attuali così come il “metodo di lavoro” che viene suggerito.

Il passaggio finale in cui invita a leggere e a farsi capire da chiunque è la parte che più ho apprezzato perchè vuol dire portare i libri al di fuori della loro condizione di cultura per pochi ma per tutti. Tutti dovrebbero leggere per se stessi.

Book Blogger di Giulia Ciarapica edito da Franco Cesati Editore parla di chi racconta i libri in rete in un momento storico in cui non si legge più. Un testo che tutti dovrebbero leggere per rendersi conto che solo leggendo si costruisce un buon senso critico utilizzabile in ogni contesto.

Trovate come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del libro è di €12 : vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più!

Amazon

IBS

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.

Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!